Penetrazione attraverso le membrane - Mavi 2015

Vai ai contenuti

Menu principale:

Penetrazione attraverso le membrane

Area Salute > Dermatologia

Le membrane sono tessuti epiteliali altamente specializzati, totalmente diversi dalla pelle, su cui si incentra l’interesse di ginecologi, dermatologi, citologi e chirurghi genitourinari.
Le mucose e la pelle che ricopre il corpo si differenziano per tre principali fattori.
Il primo consiste nel fatto che la superficie delle mucose è normalmente coperta da un muco con funzione protettiva e lubrificante, mentre la pelle produce strati cheratinici continui e impermeabili a contenuto lipidico, che variano in base alla zona del corpo e non possono essere modificati dalla presenza del film lipidico di superficie. La seconda differenza di base è la sensibilità delle mucose nei confronti degli ormoni in circolo, mentre la pelle umana teoricamente non subisce l’effetto degli ormoni androgeni ed estrogeni fino al momento della vecchiaia. Il terzo fattore è rappresentato dall’indice di turnover, molto più alto rispetto a quello dell’epidermide. A causa della continua presenza e azione del muco, perfino le zone cheratinizzate dell’epitelio mucoso sono fortemente idratate e quindi dovrebbero mostrare una maggiore permeabilità all’acqua rispetto alla cute. E’ stato osservato che gli spazi intercellulari, in cui abbondano i lipidi, sono di fondamentale importanza per la funzione di barriera esercitata dalla pelle, così come il muco svolge una funzione protettiva nei confronti delle mucose.

Per questi motivi le materie prime e i principi attivi di uso cosmetico possono circolare attraverso l’epitelio per semplice diffusione, endocitosi o trasporto attivo attraverso le membrane, al fine di ottenere un vero e proprio sistema di diffusione dei cosmetici.
E’ della massima importanza la natura chimica e fisica dei principi attivi selezionati in relazione alla loro attività di penetrazione attraverso le mucose vaginali. In generale gli ioni incontrano una maggiore difficoltà di penetrazione rispetto alle molecole, sebbene molecole di piccole dimensioni, come quelle della glicina o della Vitamina A, riescano a penetrare nelle mucose più facilmente di molecole più grandi. Quindi il grado di ionizzazione di un principio attivo influirà sul suo indice di penetrazione, fenomeno che spesso dipende dal Ph. Inoltre, in termini generali, la permeabilità delle mucose è simile a quella della cute perfettamente idratata. In seguito a valutazione di tutti questi parametri è stato realizzato un veicolo adatto alle mucose: il Mavi Diffusion System® (MDS).
Questo è stato specificatamente studiato per migliorare e facilitare l’assorbimento delle materie prime attive. Quindi, per formulare un veicolo adatto ai prodotti ginecologici sono state selezionate macromolecole specifiche con struttura compatibile con le molecole della glicoproteina mucosa, in modo da permetterne la penetrazione nello strato mucoso.


 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu