Le secrezioni - Mavi 2015

Vai ai contenuti

Menu principale:

Le secrezioni

Area Salute

Tutte le donne in età fertile non affette da patologia e praticanti una corretta igiene hanno delle secrezioni eterogenee bianche o eli color ardesia, non maleodoranti e con pH intorno a 4.
Tale secrezione è data dall'insieme delle secrezioni ghiandolari, dal materia le metabolico dei microorganismi, da cellule epiteliali, da trasudato sieroso vagina le.
Tale fenomeno viene a volte inteso come manifestazione di scarsa igiene o come sintomo di un fenomeno infiammatorio, da qui l'impiego eccessivo di prodotti ad azione disinfettante che finiscono per alterare il quadro fisiologico.
Va anche sonolineato come talvolta tali secrezioni, pur essendo normali, presentano un odore poco gradevole probabilmente dovuto ad una eccessiva fermentazione ammoniacale.
Il ciclo mestruale, pur rappresentando per l'apparato genitale femminile una vera e propria catastrofe fisiologica, non detennina grosse alterazioni al quadro d'insieme in quanto nel giro di pochi giorni avviene la riparazione tissutale: le cellule sono rimpiazzate, i detriti spariscono e tutto torna normale.
Le perdite bianche, gialle, verdognole, note con il nome di "leucorree", che appaiono prima e dopo il fatto mestruale, connesse a cattivi odori del secreto ed a pruriti, sono da mettersi in relazione con infezioni batteriche, micotiche o protozoarie.
Non di rado all'origine di tali perdite vi sono disfunzioni più gravi quali disovarismi, cerviciti, vulvovaginiti, ecc.
Candida albicans, e trichomonas vaginalis sono i germi più spesso chiamati in causa in questo tipo di manifestazioni
.


 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu