Deodoranti - Mavi 2015

Vai ai contenuti

Menu principale:

Deodoranti

Prodotti

Ipersudorazione fonte di intenso disagio
L’ipersudorazione è una condizione molto diffusa. Può essere scatenata da forti emozioni, stress, ansia, esercizio fisico, temperatura elevata dell’ambiente ma può anche manifestarsi senza alcuna causa apparente. Si presenta di frequente con attacchi improvvisi e spesso si aggrava nei mesi estivi. Generalmente è localizzata nelle aree in cui la concentrazione di ghiandole eccrine è maggiore: il palmo delle mani, la pianta dei piedi e le ascelle. Quando si manifesta in forma severa possono insorgere complicanze di tipo dermatologico: il sudore eccessivo macera la pelle e favorisce la comparsa di infezioni secondarie. L’ipersudorazione può essere fonte d’intensa sofferenza psichica a causa delle rilevanti limitazioni nella vita professionale e sociale che produce. A volte genera un vero e proprio stato ansioso; si instaura allora un circolo vizioso: l’ipersudorazione crea ansia e l’ansia, a sua volta, crea ipersudorazione.
Sudorazione: un fenomeno fisiologico
La sudorazione è un fenomeno fisiologico indispensabile per la nostra sopravvivenza. Producendo sudore eliminiamo sostanze che, se trattenute, sarebbero nocive, diffondiamo i feromoni ma, soprattutto, ci termoregoliamo, cioè manteniamo costante la temperatura corporea nonostante le variazioni di quella ambientale. Il sudore viene secreto da due distinti tipi di ghiandole: le ghiandole eccrine e le ghiandole apocrine. Le ghiandole sudoripare eccrine sono disseminate su quasi tutta la superficie cutanea. Maggiormente concentrate sul palmo della mano, pianta del piede, cavo ascellare, fronte e petto, producono un secreto incolore, inodore e leggermente acido, composto per il 99% da acqua. Le ghiandole apocrine sono presenti prevalentemente nella zona ascellare, in quella perineale e talvolta lungo la linea mammaria. Il loro secreto, denso e lattescente, è ricco di carboidrati, proteine e lipidi, quindi ben diverso dal sudore eccrino. Di per sé inodore, una volta  raggiunta la superficie cutanea, viene attaccato dai battateri presenti sulla pelle che, degradando i suoi componenti  organici, danno origine a piccole molecole volatili fortemente odorose.

NOTA: Fai Clic sulla foto per ingrandire - sul nome del prodotto per più info

 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu