Alterazioni della cute - Mavi 2015

Vai ai contenuti

Menu principale:

Alterazioni della cute

Area Salute > Dermatologia

Nonostante il suo continuo rinnovamento, l’epidermide subisce un processo di invecchiamento che consiste essenzialmente in un suo assottigliamento e indurimento. Le cause sono genetiche e ambientali.
I fattori genetici permangono per tutta la vita e sono invariabili, mentre è possibile intervenire su quelli ambientali, da cui dipende l’invecchiamento in larga parte.

Tra questi ultimi, spiccano le radiazioni solari e l’esposizione al vento, specie se forte, come è evidente nella pelle di marinai, pescatori e contadini. Quindi l’esposizione ai raggi solari dovrebbe essere graduale e accompagnata dall’uso dei cosiddetti schermi solari "totali", specialmente i primissimi giorni. Successivamente all’esposizione è consigliata l’applicazione di creme idratanti, specialmente in caso di pelle secca. Si dovrebbe evitare di far arrossare e seccare la pelle.
A causa di fattori fisici o ereditari, è possibile che ragazzi di soli 15 anni abbiano le rughe e persone di 60 presentino una pelle integra e liscia. Ovviamente si tratta di casi rari.
L’invecchiamento costringe il derma a subire alterazioni riguardanti il numero di cellule e il grado di elasticità dei tessuti. Un derma giovane presenta un grado di coesione diverso da quello di un derma più vecchio. Nel derma senescente l’indice di rinnovamento diminuisce, le fibre vecchie vengono sostituite più lentamente ed i tessuti si inspessiscono sempre più.
In altre parole, più un individuo invecchia, più aumenta la componente fibrosa della cute rispetto a quella elastica. L’ipoderma può anche subire alterazioni che portano alla cellulite. Per tutte queste ragioni è necessario usare costantemente i mezzi cosmetici più adatti per risolvere i disturbi causati da alterazioni in varie aree cutanee.


 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu